Teomagia: il nuovo paradigma dei tempi avvenire

La Teomagia, nome che proviene dal greco θεός che significa Dio e μαγεία cioè magia, è un pensiero filosofico che ha come fondamenta la reale struttura dell’universo così come è stato costruito da Dio. La filosofia teomagica si basa su centododici verità teomagiche che definiscono un nuovo paradigma attraverso cui è possibile accedere a uno stato più alto di consapevolezza  passando dalla sfera umana a quella divina.

 

Nelle centododici verità teomagiche sono racchiuse le conoscenze magico-scientifiche dell’universale saggezza antica definite, però, in una nuova visione teomagica della vita totalmente nuova e spiritualmente molto più alta. Per questa ragione la Teomagia è la Sacra Scienza Divina che unisce la sacralità dell’aspetto sensitivo che lega l’uomo al mondo con l’aspetto scientifico del pensiero razionale. Ciò che nasce dall’unione di questi due aspetti è una messa in moto di applicazioni teomagiche che operano all’interno di uno scopo legato alla coscienza divina.

 

 

La Teomagia è una visione divina dell’uomo in quanto essere che possiede in sé tutte le facoltà per poter riscoprire la sua divinità interiore. Egli è l’unico costruttore della propria realtà che vive giornalmente. Questo è quanto viene esposto dal quarto teorema teomagico chiamato “teorema della responsabilità individuale” il quale afferma “L’Eroe è il costruttore del proprio viaggio iniziatico”. Se l’uomo costruisce da solo tutte le esperienze di vita, queste ultime sono funzionali al raggiungimento di uno stato più alto di consapevolezza. Questo stato può essere raggiunto da chiunque abbia scelto di realizzare un percorso di vita eroico e abbia lasciato dietro di sé un mondo di sofferenze e limitazioni frustanti. In questo la Teomagia dà all’uomo gli strumenti e le conoscenze teomagiche fondamentali perché egli possa intraprendere un percorso di consapevolezza superiore e imparare a gestire un mondo spirituale più alto che sarà il punto di partenza per la creazione di una vita armonica e felice.

 

Sembrerebbe una struttura complessa quella sulla quale poggia la filosofia teomagica ma, in realtà, è alquanto semplice in quanto le centododici verità teomagiche sono suddivise in gruppi di sette principi, sette leggi, sette teoremi e sette finalità ognuno con i suoi relativi corollari. Ogni verità teomagica è totalmente nuova nella sua formulazione in quanto abbatte valori magici, culturali e sociali che appartenevano a un paradigma oramai superato.

 

I principi teomagici vertono sulla reale struttura dell’universo teatrale. Le leggi teomagiche, che scaturiscono dai principi, definiscono come e con quali regole l’uomo può gestire l’energia all’interno del Grande Agente Teomagico che non è altro che l’Etere degli antichi o il Grande Campo Olografico di cui parla la fisica moderna. I teoremi definiscono la Teomagia come Sacra Scienza Divina fondamento del nuovo paradigma teomagico, mentre le finalità indicano come l’uomo può espandere la sua consapevolezza una volta che abbia terminato il suo viaggio eroico. In totale vi sono dei raggruppamenti di ventotto verità per ogni gruppo di principi, leggi, teoremi e finalità. Ventotto è un numero perfetto che definisce, insieme al dodici, la struttura frattale della Teomagia. Il simbolismo del ventotto è riferito alla ciclicità del quaternario moltiplicata per la perfezione dinamica del sette. Indica la combinazione dei cicli temporali del quattro con i tempi evolutivi del sette. Anche il numero centododici diviene il simbolo dell’unione dell’Uno (il cento che designa un ritorno all’unità) con il ciclo cui è sottoposto l’universo teatrale (il dodici). È l’idea espressa dalla Teomagia secondo cui l’Uno deve agire nella ciclicità del divenire.

 

La filosofia teomagica, essendo una nuova visione del mondo e dell’universo, si basa essenzialmente su tre strutture simboliche correlate assieme in un rapporto d’analogia. Queste tre strutture simboliche sono: il ciclo di lunazione, il monomito e i ceppi di Valentina. Il ciclo di lunazione descrive le energie che si alternano in un ciclo di eterno ritorno del tutto simile a tanti altri cicli naturali come, ad esempio, l’alternarsi delle energie zodiacali durante il ciclo annuale. Il monomito non è altro che lo schema generale del percorso che attraversa l’Eroe durante il suo viaggio interiore. Questo schema, ridefinito in chiave teomagica, può essere rintracciato in tutti i miti del mondo. L’Eroe della mitologia non è altro che l’uomo che ha scelto di iniziare un percorso interiore per esplorare se stesso e trovare la propria divinità interiore. I CED, ceppi di emanazione divina (o ceppi di Valentina), definiti per la prima volta dalla Teomagia, sono la struttura simbolica che permette di rintracciare la corrente magnetica alla quale l’individuo fa riferimento per scoprire e spiegare tutte le correlazioni fra lo sviluppo coscienziale individuale e, nel contempo, l’inserimento dell’individuo in una corrente di evoluzione collettiva. Ciò che ne esce dalla correlazione di questi tre simbolismi non è solo una filosofia teomagica fine a se stessa ma la messa in moto di tutte quelle forze psichiche che l’individuo può usare per gestire un mondo superiore che fornirà la giusta impronta astrale per poter realizzare ciò che si desidera.

 

Conoscendo queste tre strutture simboliche l’uomo può comprendere su quali schemi generali si evolvono tutte le creature del mondo e dell’universo. Può comprendere il proprio posto in un mondo che gli apparirà molto più chiaro rispetto al passato e riuscirà a gestire tutte le situazioni della sua vita in maniera molto più ordinata rispetto a prima. La Teomagia, infatti, propone un vero e proprio percorso di consapevolezza teomagico, spiegato nei minimi particolari, oltre che avere le proprie tecniche teomagiche delle quali chiunque può servirsi per gestire i problemi della propria vita andando a rintracciare la fonte primaria dalla quale provengono. La figura professionale dell’Operatore teomagico fornirà il giusto aiuto a tutti coloro che vorranno comprendere le regole per potersi muovere liberamente in un mondo spirituale variegato e molteplice.

 

 

Il libro “Teomagia della consapevolezza” è l’unico testo di riferimento che spiega nei minimi dettagli il nuovo paradigma teomagico.

 

Questo nuovo paradigma investirà tutti i settori della vita comune, dall’istruzione scolastica alla giustizia, dalla psicologia alla magia, dalla filosofia alle arti estetiche. Modificherà i valori di base sui quali la gente aveva fondato la propria vita purificandoli da ogni sorta di insensatezze che gli individui si portavano dietro da un passato oramai superato.  Il pieno riconoscimento delle verità teomagiche sulle quali l’universo si fonda fornirà una nuova visione del mondo e della società intera. Ogni verità teomagica inciderà su tutti gli ambiti della vita in comune portando ordine e armonia nei rapporti interpersonali.

Ogni individuo che accetterà la conoscenza di se stesso, senza limiti e barriere, accederà a uno stato superiore di vita infondendo la propria luce di consapevolezza nel mondo. Ne consegue che egli stesso avrà il potere teomagico di costruirsi la sua commedia teatrale anziché assorbire le tragedie teatrali che gli altri gli hanno costruito sino a quel momento.

Maggiori informazioni: https://teomagia.jimdo.com/